Newsletter Viaggi Tribali:
Ho letto e accetto la Privacy Policy

La fauna in Uganda

In un territorio così eterogeneo e diversificato come quello dell’Uganda, si incontra di conseguenza una grandissima varietà di ambienti naturali: si spazia dalle steppe semi-aride alla foresta equatoriale, dalle brughiere di alta montagna alle pianure fertilissime, dalle savane alberate alle paludi e agli acquitrini intorno ai numerosi bacini d’acqua dolce del Paese, dai ghiacciai d’alta montagna  sui monti Rwenzori al corso dei fiumi circondati di foresta a galleria. A una simile diversità ambientale, e quindi climatica, è ovvio che debba corrispondere un elevatissimo grado di biodiversità con una enorme ricchezza di specie animali e vegetali. Il viaggio in Uganda sarà l’occasione per incontrare e osservare un gran numero di uccelli e di mammiferi: forse non tanto in termini quantitativi come numero di esemplari - in questo caso i grandi parchi di Kenia e Tanzania sono insuperabili - quanto come numero di specie e soprattutto, di particolarità faunistiche. 

 

IL KUDU

 Informazioni generali: È la seconda specie di antilope più alta dopo l’Eland, con una distinta gobba alla spalla e con una pelliccia contrassegnata da fino a 10 strisce bianche. I maschi hanno una lunga criniera lungo il collo e delle bellissime corna a spirale. Le loro corna iniziano a crescere tra i 6 e i 12 mesi di età e raggiungono il peso massimo di 315 kg. Possono estendersi a una grande distanza alla ricerca di acqua, soprattutto nelle stagioni secche. Il Kudu in Uganda può essere visto nel Kidepo Valley National Park a nord-ovest del paese.

 

Habitat: Il suo habitat è il bosco misto. Evita invece le pianure aperte per paura dei predatori.

Dieta: Si nutre di erba, foglie, germogli e raramente radici, tuberi e frutti.

Abitudini: I Kudu sono comunemente visti in piccoli gruppi di 4-6 o separati branchi di scapoli maschi. Si nutrono alla notte, alla mattina presto e alla sera, riposandosi durante le ore più calde del giorno. Sono molto agili e possono saltare a 2,4 m per scavalcare un ostacolo.

Periodo di Gestazione: 7-8 mesi per un singolo cucciolo. Raggiungono la maturità sessuale tra il 1° e il 3° anno di età.

Durata di vita: 7-8 anni nella natura selvaggia, può arrivare a 23 anni in cattività.

Popolazione: Il loro numero è molto ristretto in Uganda. Possono essere visti solo nel Mt Elgon National Park e nel Kidepo Valley National Park.

 

IL JACKAL

Informazioni generali: È un membro della famiglia dei canidi e somiglia più che altro a una volpe. Viene anche chiamato sciacallo dalla schiena nera. Tra le specie di cani, i depositi fossili dello sciacallo hanno rivelato che lo sciacallo dalla schiena nera è uno dei più antichi conosciuti tra le specie visto in un safari in Uganda.

Habitat: Si trova in una grande varietà di habitat africani, come boschi aperti, boscaglia, savana e cespuglio.

Dieta: Si nutre di resti di animali morti e a volte cacciano piccoli animali come lucertole e insetti.

Abitudini: Solitamente caccia in solitaria durante la notte; la sua caccia inizia al tramonto del sole e finisce all’alba. Una coppia di Jackal sta insieme per anni o addirittura per la vita. Entrambi i genitori si prendono cura dei cuccioli.

Periodo di Gestazione: 2 mesi, dando vita a 3-6 cuccioli.

Durata di vita: 10-14 anni

 

 

“IL BIRDWATCHING IN UGANDA”

 

L'Uganda, è conosciuta come la principale destinazione di birdwatching in Africa con l'elenco di uccelli trovati nel paese che superano 1 000. Molti di questi uccelli vivono solo in queste foreste tropicali con avvistamenti rari che vengono descritti come "mitici".

 Ecco alcune tra le specie di uccelli visibili in Uganda:

-AFRICAN GREEN BROADBILL (Pseudocalyptomena graduerai)

Informazioni generali: Un uccello di rara bellezza, la razza verde africana fu scoperta per la prima volta nel 1908 e poi non vista più per i successivi venti anni. È un uccello piccolo e paffuto, con un piumaggio verde brillante e una sfumatura blu pallido alla gola, al petto, alla base della coda corta e alle piume che coprono le orecchie. La fronte è buff, finemente striata di nero, e una striscia nera stretta attraversa gli occhi. Il becco largo, appiattito e leggermente uncinato è nero, così come i suoi artigli.

Questo bellissimo uccello può essere avvistato solo in due luoghi nel mondo: le montagne di Itombwe nella Repubblica Democratica del Congo e la foresta di Bwindi in Uganda. La specie è a rischio di estinzione a causa della perdita del suo habitat, la radura, e dal degrado delle foreste.

Dimensione: Lunghezza: 13,6 - 15,6 cm

Peso: 29 – 32,5 g

Ordine: Passeriformi

Famiglia: Eurylaimidae

 

-MARTIN PESCATORE DALLA CODA BLU (Alcedo atthis)

Informazioni generali: Il piumaggio presenta una colorazione piuttosto vistosa; il petto, il collo e parte della testa sono di colore azzurro brillante, come anche la macchia alare e la coda. Ventre, sottocoda, fianchi e gola sono bianchi, mentre la sommità del capo tende al grigiastro. Si nutre prevalentemente di insetti. Per procurarsi il cibo si posiziona su rami o canne sporgenti sui corsi d'acqua dove vive, che elegge a punti d'osservazione e dai quali si tuffa per catturare le sue prede.

Occasionalmente si nutre di piccoli pesci. Nidifica in cavità non foderate scavate a fianco di termitai.

Dimensione: Circa 25 cm.

Peso: 60-90 g

Ordine: Coraciforme

Famiglia: Alcedinide

-ASTORE AFRICANO (Accipiter tachiro)

Informazioni generali: È un cacciatore di agguati, in attesa su un trespolo finché non viene osservata la preda, poi piombando giù per prenderlo. Cattura soprattutto mammiferi di piccole e medie dimensioni e uccelli. Le coppie occasionalmente cacciano in cooperazione con grandi congreghe di prede, come i capanni dei pipistrelli o invertebrati. Gli artigli del primo e secondo dito sono molto forti e vengono infilzati nella preda finché questa non smette di muoversi. Dopo la cattura si nutre a terra o sopra i rami più bassi degli alberi, con esclusione del periodo di riproduzione, quando tutte le prede vengono consumate direttamente nel nido o nei rami o posatoi circostanti più usuali. Vive nella vegetazione densa, anche sempreverde, nella foresta montana e nel bosco.

Il nido è costruito principalmente dalla femmina, costituito da una piattaforma di bastone foderata con foglie verdi, come aghi di pino, licheni e vischio. Viene generalmente posizionato su un ramo lontano dal tronco principale di un albero, soprattutto se ha una fitta vegetazione.

Dimensione: 36-47 cm, apertura alare 70 cm.

Peso: maschio 160-230 g, femmina 227-510 g

Ordine: Accipitriformi

Famiglia: Accipitride

 

-ANATRA NERA AFRICANA (Anas sparsa)

Informazioni generali: L'anatra nera africana è abbastanza comune sia in Sudafrica che in Zimbabwe, con piccole popolazioni in altri paesi dell'Africa meridionale. È uno specialista del fiume, che raramente si allontana da fiumi e torrenti. La sua dieta non è ben nota, ma si pensa che mangi più invertebrati che prodotti vegetali. La femmina costruisce il nido, che è una ciotola profonda fatta di materia vegetale, posta vicino all'acqua. Depone 4-11 uova, che vengono incubate esclusivamente dalla femmina. Gli anatroccoli sono assistiti dalla madre, che è sempre all'erta per i predatori. Di solito i pulcini possono volare a 77 giorni, dopo di che diventano indipendenti.

È sedentaria, rimanendo per lo più nello stesso luogo per tutta la sua vita.

Dimensione: 45-50 cm

Peso: 914-1086 g

Ordine: Anseriformes

Famiglia: Anatidi