Newsletter Viaggi Tribali:

I gorilla dell'Uganda e i nuclei familiari

Anatomia: hanno braccia molto lunghe (sono più lunghe rispetto alle gambe); hanno una testa molto grande con una fronte molto sporgente, quella del maschio più marcata rispetto a quella della femmina; hanno 32 denti , 5 dita dei piedi e mani con pollice opponibile.

 

I sensi del gorilla sono molto simili a quelli umani il 98% del loro DNA è uguale al nostro. Il maschio è più grande della femmina ; il Silverback, il maschio dominante caratterizzato da un colore  “argentato”, diventa tale dopo 12 anni di vita e può arrivare a raggiungere i 180 kg e i 170 cm di altezza; la femmina arriva invece ad un massimo di 90 kg circa e un’altezza di 140 cm.

 

Sono animali principalmente erbivori, e trovano il cibo durante i loro continui spostamenti nella foresta, raramente mangiano insetti ed è stato calcolato che i gorilla mangiano 50 libbre di cibo al giorno. Vivono in gruppo di famiglie fino ad un massimo di 25 esemplari, ogni famiglia ha il suo Silverback dominante.

 

Sono animali principalmente diurni, sono le femmine che durante la notte sono solite costruire dei “nidi” su alberi con foglie e rami che trovano nella foresta; si è calcolato che durante la loro giornata per il 30 % del tempo si nutrono, per il 30% si spostano in un area solitamente circoscritta e per il rimanente 40% dormono e si riposano. Sono animali molto timidi e per comunicare tra di loro usano gesti e suoni come per esempio grugniti e ruggiti oppure gesti come battersi sul petto oppure lanciarsi rami e oggetti fra di loro. In cattività possono vivere fino ad un massimo di 50 anni mentre nel loro habitat hanno una media di circa 35 anni di vita.

 

Esistono circa 700 esemplari tra UGANDA, CONGO E RWANDA e più della metà di questi esemplari vivono nella Foresta di Bwindi in Uganda.

In Uganda vi sono 4 zone dove si possono vedere i Gorilla; ogni zona ha le sue famiglie che sono state abituate alla presenza dell’uomo, il processo di “habituation” dura all’incirca due anni; le varie famiglie sono giornalmente seguite da “trekkers” che li seguono da quando sorge il sole fino al tramonto, in modo da controllare i loro movimenti e pianificare una strada ai turisti che così li possano vedere nel minor tempo possibile.

 

Nella zona di Buhoma che è la zona migliore e la migliore dal punto di vista logistico a livello di spostamenti, vi sono 3 famiglie:

 

·         HABINYANJA : è formata da 19 elementi di cui 2 Silverback. È stata la prima ad essere stata visitata dai turisti; il nome deriva dalla parola locale “NYANYA” che letteralmente significa “CORPO D’ACQUA”, questo perché  la prima volta che fu avvistata erano vicino ad una palude in località Bwindi Impenetrable Forest; è la famiglia con più storia e fascino in quanto vi sono state molto lotte per il predominio da parte dei Silverback sui maschi dominanti .

 

·         MUBARE : 8 MEMBRI 1 SILVERBACK. È la famiglia più vecchia infatti è stata abituata all’uomo nel 1993 , inizialmente era formata da ben 19 esemplari ma durante alcune lotte con i gorilla solitari sono rimasti sono 8 esemplari.

 

·         RUSHEGURA : 19 MEMBRI 1 SILVERBACK. Fu abituata all’uomo nel 2002 si formò dopo che un esemplare di Silverback allontanato dalla famiglia Habniyanja, si unì a questo gruppo di gorilla. Inizialmente si chiamava “Habinjanya 2” ma molto presto il nome fu cambiato in “Rushegura”, nome locale di una pianta che abbonda nella zona dove si spostano questi gorilla. È una famiglia molto calma ed in passato ha attraversato anche il vicino confine con il Congo per poi stanziarsi definitivamente nella Foresta di Bwindi. Sono soliti avvicinarsi, durante i loro spostamenti alla ricerca del cibo, nel vicino villaggio di Buhoma, creando un gran consenso da parte di molti turisti.

 

Nella zona di Rujha ci sono 2 famiglie adattate: la Bitukura e la Oruzogu (ultima ad essere abituata all’uomo nel 2012). La zona di Rujha si trova a circa 40 km da Buhoma.

 

·         BITUKURA: 12 MEMBRI 4 SILVERBACK. Il nome deriva da un fiume dove furono avvistati per la prima volta; il processo di adattamento che in genere richiede circa due anni, per questa famiglia è durato solamente 15 mesi, in quanto erano spesso avvicinati dai ranger durante i loro spostamenti. Iniziata alla visita dei turisti nel 2007, questa è una famiglia molto pacifica. Include ben 4 Silverback.

 

Nella zona di NKURINGO vi è la omonima famiglia.

 

·         NKURINGO : 19 MEMBRI 2 SILVERBACK. Adattati nel 2004, in passato crearono non pochi problemi alle comunità locali, in quanto spesso passavano a distruggere le loro coltivazioni e prodotti locali; dopo che la famiglia fu abituata al turismo anche i locali trassero maggiori benefici riuscendo anche con l’aiuto dei ranger e dell’Uganda Wildlife Authority, a controllare maggiormente i movimenti di questa famiglia. Nel 2008 il Silverback dominante “Nkuringo” morì lasciando la guida del gruppo ad altri due Silverback

 

Nella zona di NSHONGI vi sono due famiglie: la Nshongi e la Mishaya

 

·         NSHONGI: 26 MEMBRI 4 SILBERBACK. ll gruppo più grande di sempre lanciato al turismo nel 2009. Chiamata così per il nome del fiume dove furono trovati la prima volta. Se in genere una famiglia di gorilla di montagna può contare su di un massimo di 25 elementi, questa è una rara eccezione. Nell’ultimo anno però quest’ultima si è divisa dando origine ad un'altra famiglia, la Mishaya formata da 10 elementi.